Psicoterapia breve

_

La psicoterapia può avere durata e tempi più o meno lunghi: in particolar modo la psicoterapia breve si pone come percorso di aiuto finalizzato alla soluzione di uno o più problemi specifici riguardanti l’esistenza della persona, ben circoscritti e definiti. Una delle peculiarità infatti che distinguono la terapia breve dalle forme tradizionali di psicoterapia è che permette di sviluppare percorsi basati su obiettivi prestabiliti. Inoltre ogni tipo di difficoltà o problema viene approcciato come un equilibrio disfunzionale da trasformare in funzionale. Una visione della natura umana che guarda all’uomo come portatore delle proprie soluzioni e che va solo aiutato a mettere in atto.

In che modo? Il terapeuta confronta la persona aiutandola ad inquadrare modalità o false credenze che la ostacolano nelle sue relazioni o nel raggiungere i propri scopi, interrompendo quei circoli viziosi che spesso ingabbiano e tengono in scacco gli esseri umani con comportamenti e pensieri disfunzionali al benessere ed equilibrio interno. Altro aspetto fondante della psicoterapia breve è dato dal concetto di esperienza emozionale correttiva (formulato da Franz Alexander nel 1946): il costrutto indica che il cambiamento terapeutico si può realizzare solo dopo esperienze diverse, trasformative, che concretamente facciano sperimentare alla persona di poter fronteggiare ciò che crede di non essere capace di fare.

Solo quello che si può esperire fisicamente, emotivamente, di completamente nuovo e stravolgente rispetto a quanto si è abituati a percepire, può di fatto aiutare a portare un cambiamento positivo nella vita di ciascuno, liberando da vincoli, pregiudizi e comportamenti dannosi reiterati. Spesso quindi alle persone che si sono rivolte a PsicheMilano, è sufficiente durante il percorso psicologico giungere con consapevolezza a questo momento “di svolta” per assumere una nuova prospettiva e un nuovo modo di fronteggiare i problemi.

Il Nostro Team