immagine articolo La cura migliore per il tuo bambino Giocate insieme

La cura migliore per il tuo bambino? Giocate insieme

Non mi stanco mai di raccomandare ai genitori dei bambini che seguo di trascorrere del tempo anche poco, ma che sia di qualità, a giocare con i loro figli. Ed è ancora più importante se il bambino sta vivendo un momento difficile a causa di un brutto voto a scuola, un bisticcio con un amico, un lutto in famiglia. Attraverso il gioco le emozioni circolano, vengono messe in atto e gli stati angosciosi trasformati. Ma perché ciò avvenga la presenza affettuosa del genitore è fondamentale poiché permette al bambino di sentirsi accolto nell’esprimere ciò che prova.

La lotta tra la tigre e la mucca di un bambino di 4 anni lo aiuta a rappresentare, maneggiare e risolvere un conflitto. E il genitore intervenendo con delle domande può partecipare ad allargare la storia: Come si chiama la tigre? Come mai litigano? Come possiamo aiutarli a fare la pace? Così facendo il bambino sente che il papà o la mamma che gioca con lui è interessato alle sue ideazioni, è curioso di esplorare il suo mondo e ascoltarne i racconti senza esserne spaventato. E proprio la tranquilla presenza con cui il genitore partecipa al gioco consente al bambino di trasferire sui personaggi immaginari le sue emozioni accogliendole senza paura.

E allora cari Genitori, Natale si avvicina. Approfittate delle vacanze per liberare la vostra creatività e divertitevi a giocare con i vostri bambini. Saranno felici di vedervi spensierati e interessati ai loro giochi. Il tempo che gli dedicherete li farà sentire importanti e riconosciuti.

Non potreste fargli regalo più grande.

Articolo a cura di:

Dott.ssa Francesca Cesina

Psicoterapeuta Infantile PsicheMilano

Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *