Festa del papà: ecco come sono i papà di oggi

Come sono cambiati i papà? Come vivono oggi la paternità, quali le emozioni, nei confronti dei figli ma anche della partner? Ne parliamo con la psicologa

Come si avvicinano gli uomini di oggi all’esperienza formidabile della paternità, come è cambiato rispetto al passato il loro modo di rapportarsi con un figlio, ma anche con la partner? E che cosa cambia nel loro mondo interiore? Con l’aiuto di Giorgia Pierangeli, psicologa e psicoterapeuta del Centro PsicheMilano, proviamo a fare un focus sui neopapà, perché anche per loro, come per le mamme, la nascita di un figlio rappresenta una sorta di spartiacque, un momento clou dal quale parte una nuova avventura della propria vita.

NEOPAPÀ PIÙ CONSAPEVOLI

Una cosa è certa: se un tempo la paternità era vista come un evento normale nella vita di un uomo, dato quasi per scontato, oggi un figlio si fa per scelta e anche la decisione di metter su famiglia e diventare genitori è ben ponderata all’interno dei propri progetti di vita. «Proprio per questo motivo, entrambi i genitori sono oggi più coinvolti e più consapevoli del loro ruolo» premette Giorgia Pierangeli. «E i papà sono più desiderosi di fare i papà: solo fino a pochi decenni fa, un neonato era di competenza quasi esclusiva della mamma che, soprattutto nelle prime fasi, era il solo genitore deputato all’accudimento del figlio, mentre negli ultimi anni i papà stanno diventando sempre più partecipi e si sentono sempre più investiti del loro ruolo».

leggi articolo completo su Style Magazine Corriere.it

Contattaci