Bambini sicuri, notti serene: come superare le sfide del sonno

Il viaggio verso il mondo dei sogni può trasformarsi in un percorso seminato di ostacoli per i bambini, ma anche per i genitori la cui pazienza e strumenti sono messi spesso a dura prova. Il momento della messa a letto dei bambini, che segna la fine delle attività quotidiane, porta con sé sfide emotive profonde legate al concetto di abbandono e alla paura dell’ignoto. 

Queste preoccupazioni non sono legate al dormire in sé, ma piuttosto al timore della separazione e della fine di un’esperienza, paure intrinsecamente connesse al processo di crescita.

Centralmente, la difficoltà ad addormentarsi ha a che fare con la sicurezza interna che il bambino ha costruito di sé fino a quel momento, quindi, quando non riesce a dormire, è possibile che non la abbia ancora elaborata o ritrovata dentro se stesso. 

Supportarlo nel rafforzamento di questa sicurezza con un approccio empatico e partecipativo può rivelarsi fondamentale. Infatti, dedicare tempo ai bambini attraverso il gioco o il disegno, senza sminuire le loro paure notturne, invia messaggi positivi e di validazione: essere degni di attenzione e di affetto. Questi momenti di condivisione, non solo rafforzano il legame affettivo tra genitori e figli ma permettono anche ai bambini di costruire un sé più sicuro.

Introdurre rituali serali come leggere una storia o condividere un momento di coccole può alleviare il senso di solitudine e paura. Proporre progetti per il giorno successivo (o per la serata seguente), come per esempio continuare una storia interrotta o pianificare un’attività desiderata, aiuta i bambini a sentirsi parte di un continuum temporale che non si ferma con la notte.

In conclusione, affrontare le sfide legate al sonno dei bambini richiede sensibilità, pazienza e creatività. Attraverso l’ascolto attivo, la condivisione di momenti significativi e la costruzione di una sicurezza emotiva, non solo le notti, ma anche i risvegli saranno più sereni e all’insegna dell’entusiasmo per il nuovo giorno. 

Per informazioni sui percorsi di psicoterapia per bambini e ragazzi o per un primo contatto telefonico gratuito con il nostro Centro, chiama il numero 02 54107366 oppure invia una email a: info@psichemilano.com

Dott.ssa Francesca Cesina

Psicologa – Psicoterapeuta

Contattaci